Lunedì - Venerdì - 9:00 - 13:00, 15:00 - 19:00
0923 27113
Radiologia

Videofluorografia


Videofluorografia

 

La videofluorografia esofagea è un esame radiologico dinamico che consente di registrare in maniera digitale gli atti deglutitori e quindi di offrire la possibilità di rivalutare attentamente e singolarmente le varie fasi della deglutizione che normalmente si svolge in un secondo. Si ha pertanto un’accurata valutazione sia della motilità esofagea che di una eventuale presenza di ernia jatale da scivolamento o di reflusso gastro-esofageo.

E’ un esame non invasivo e pertanto ben tollerato dai pazienti, facilmente eseguibile e della durata di esecuzione di pochi minuti. Viene eseguito con l’osservanza delle normali regole di radioprotezione e fornisce al paziente una minima esposizione radiologica.

L’esame consente, inoltre, di valutare la motilità esofagea e la posizione del giunto gastro-esofageo, rendendosi complementare alla gastroscopia sia per lo studio dell’esofago che per la valutazione di una eventuale presenza di ernia jatale.

L’esame videofluorografico permette di identificare le tecniche di riabilitazione più utili allo scopo di migliorare l’efficienza della deglutizione e di ridurre il rischio di aspirazione. Il test consente di eseguire una correlazione precisa tra eventi pressori (contrazioni esofagee) ed effettiva propagazione del bolo radio-opaco dalla cavità orale al faringe, all’esofago e, attraverso il cardias, allo stomaco.

Può essere eseguito con boli di varie dimensioni e natura (liquidi o solidi). E’ quindi indicato nello studio di pazienti affetti da disfagia oro-faringea e da patologie coinvolgenti le prime fasi della deglutizione (faringiti croniche non altrimenti specificate, malattie neurologiche, muscolari, accidenti cerebrovascolari, etc.), e di pazienti con disturbi dispeptici.
Ogni esame viene modificato ed adattato in relazione allo specifico quesito diagnostico, alle condizioni del paziente, al rischio di aspirazione del mezzo di contrasto, alla presenza o meno del riflesso della tosse.

Il paziente (che deve presentarsi all’esame digiuno) viene invitato a deglutire un bicchiere contenente una soluzione liquida maritata (mezzo di contrasto) che verniciando le superfici con cui viene a contatto le rende visibili nel corso dell’indagine radiologica.

La videofluorografia esofagea è pressoché indispensabile nello studio della patologia da reflusso gastro-esofageo. Viene anche utilizzata nei controli post-chirurgici dei pazienti sottoposti ad intervento per ernia jatale.

Il water siphon test è la fase finale della videofluorografia: il paziente viene invitato a sdraiarsi su di un fianco ed a succhiare attraverso una cannuccia un bicchiere d’acqua. Questo piccolo espediente permette di visualizzare perfettamente, quando presente, il reflusso gastro-esofageo.

 

 

ONLINE HASSLE FREE APPOINTMENT BOOKING

online hassle free appointment booking online hassle free appointment booking online hassle free appointment booking online hassle free appointment booking